Cerca
  • Ilaria Calcagnolo

Cos’è la SEO e come usarla nei contenuti


La SEO in breve


Si sente spessissimo parlare o anche semplicemente nominare la parola SEO:

ma di cosa si tratta esattamente?

Partendo proprio dall’inizio possiamo dire che il termine SEO è una sigla: è infatti l’acronimo di Search Engine Optimization che, tradotto nella nostra lingua corrente significa “Ottimizzazione per i motori di ricerca”.

Nella sua accezione più ampia si tratta di tutte quelle attività che vengono svolte ai fini di migliorare la scansione, l’indicizzazione e la catalogazione di un documento presente nel web in modo da perfezionare il suo posizionamento nelle SERP, cioè le pagine di risposta che Google fornisce alle nostre ricerche.

Queste attività sono davvero moltissime: alcune di esse richiedono competenze tecniche di analisi molto solide e prendono in esame gli aspetti più disparati, ma noi ci concentreremo su ciò che riguarda l’ottimizzazione dei contenuti testuali dei siti web.


I testi per i siti e Google: cosa fare per indicizzarsi nel modo corretto

Per contenuti testuali di siti, blog e rubriche si intendono, tutte quelle parti di testo descrittivo riferite all’attività promossa dal sito stesso.

Questi contenuti web devono essere quanto più possibile originali, inediti, utili, scorrevoli nella lettura e grammaticalmente corretti poiché servono a presentare noi e le nostre attività, non solo a sua signoria Google ma anche e soprattutto ai nostri futuri clienti.

Infatti è proprio Google che attraverso l’utilizzo di un complesso algoritmo con fino a 200 valori segreti, ne definisce la qualità e la pertinenza e in base a queste decide in quale posizione nei risultati di ricerca inserire il nostro sito o anche solo il nostro articolo proprio come se fossimo in una libreria: il libro ritenuto migliore viene esposto in vetrina!

E per “vetrina” si intende la prima pagina dei risultati di ricerca.


Il fattore X: le keyword

La domanda che quasi tutti si pongono è:

“ ma come posso fare a far piacere il mio sito al motore di ricerca?”

La risposta è molto più semplice di quel che si creda: di fatto bisogna scrivere bene, come già anticipato prima, e utilizzare nel modo corretto le così dette KEYWORD (nella nostra area di Stato “parole chiave”).

Queste devono essere ovviamente inerenti all’attività che promuovo, ripetute se necessario anche grazie all’utilizzo dei sinonimi e dosate al punto giusto nel testo al fine di evitare il Keyword Stuffing. Questo errore piuttosto comune spiegato in parole povere, è l’eccessiva presenza di una o più parole chiave nel testo, inserite a ripetizione nella speranza che possano aiutare l’algoritmo di analisi a riconoscere e definire autorevole il nostro sito.


Non c’è cosa più sbagliata!

Infatti il nostro contenuto così “infarcito” di keyword (dal verbo inglese TO STUFF: riempire, farcire) perde in qualità e risulta poco piacevole alla lettura.

Non tutti sanno che il sistema di analisi dei siti di Google legge anche le immagini o, per meglio dire, il testo alternativo che si nasconde dietro ad esse: vale la pena quindi scegliere di utilizzare immagini belle in HD che siano in accordo con ciò di cui sto parlando e curarne il testo alternativo, proprio per aiutare il nostro sito nel posizionamento.


Ma chi si occupa di scrivere i contenuti testuali stando attento a questi importanti fattori?


Il Web Writer: L’asso nella manica


La figura professionale che entra in gioco in questo preciso momento è lui, il Web Writer, cioè colui che redige e pubblica testi che rispondano nel modo migliore possibile alle richieste del cliente, dell’utente finale e del motore di ricerca portando così l’arte della scrittura nella sua versione 2.0, facendo attenzione alla scelta e all’utilizzo delle migliori keyword per rendere i vostri contenuti adatti alle pratiche di ottimizzazione SEO.

E’ bene affidarsi ad uno scrittore di testi per il web in quanto, a differenza di quel nostro conoscente “che nei temi prendeva 8”, ha competenze tecniche specifiche che gli permettono la creazione di contenuti testuali e call to action efficaci guidando così il potenziale nuovo cliente nell’esperienza della ricerca di informazioni sul nostro sito in modo facile, veloce ed esaustivo.

Infatti essendo prima di tutto un web copywriter conosce la “lingua” del web: il codice HTML e lo utilizza al meglio insieme alla capacità di analisi e approfondimento per scrivere contenuti creativi e di qualità che rendano i nostri articoli accattivanti agli occhi del pubblico.


Se siete quindi in cerca di qualcuno che vi possa aiutare a scrivere o a farlo per voi, non esitate a contattarmi: la consulenza è gratuita!


33 visualizzazioni0 commenti